Logo Regione Autonoma della Sardegna
FORESTE E PARCHI DELLA SARDEGNA
sardegnaforeste  ›  attività  ›  antincendio  ›  infrastrutture
Infrastrutture
Vedetta Montiferru, Cardedu, immagine panoramica da foto di Giovanni Lotto
La cura delle infrastrutture occupa un ruolo fondamentale nella lotta agli incendi. Infatti, per una corretta gestione del territorio è necessario disporre di un efficiente sistema regionale informativo a supporto della programmazione degli interventi e la pianificazione del territorio.

Fasce Parafuoco
Le fasce parafuoco sono opere tradizionalmente realizzate per il contenimento e l'interruzione del fronte di fiamma. Possono essere transitabili, utilizzate come prati pascoli quindi seminate e poi sfalciate

Viabilità forestale
La viabilità di servizio interna ai cantieri forestali assolve alla importante funzione di rendere facilmente raggiungibili le aree dove dovessero verificarsi degli incendi. Per cui è indispensabile il mantenimento in buono stato del piano viabile e la manutenzione delle sole fasce laterali prive di vegetazione arbustiva ritenute strategiche, in cui le chiome degli alberi vengono sfoltite/spalcate alte al fine di creare discontinuità tra il suolo e la vegetazione arborea soprastante, evitando in tal modo che il fuoco si trasmetta alla chioma. Sono migliaia i chilometri della Rete Viaria Forestale, ed è tanto oneroso quanto fondamentale mantenerla in buono stato.

Approvvigionamento idrico
I vasconi e i punti di pescaggio per l'approvvigionamento idrico di autobotti ed elicotteri, finora censiti all'interno dei territori amministrati dall'Ente Foreste, sono circa 340. Questi hanno una capacità compresa fra 100.000-300.000 litri, e sono realizzati con modalità e materiali diversi.

Postazioni di Avvistamento
L'avvistamento è il momento conoscitivo iniziale dell’incendio. La tempestività e il successivo allertamento delle squadre di lotta sono basilari per il contenimento dei danni, per lo spegnimento dell'incendio prima che la sua devastante progressione distrugga il territorio e danneggi i boschi. Il sistema di avvistamento degli incendi boschivi si basa fondamentalmente su una Rete di postazioni di Vedetta opportunamente dislocate sul territorio, anche in relazione alla morfologia ed alla necessità di mantenere sotto osservazione le zone considerate "a rischio". Notevole importanza riveste il sistema di avvistamento costituito dalle oltre duecento vedette dell'Ente Foreste della Sardegna. Esso è integrato nella rete di avvistamento regionale al servizio della Protezione Civile. Le vedette maggiormente strategiche sono presidiate ventiquattr'ore su ventiquattro (H24) nel periodo di massimo rischio-incendi, oppure H18 o H12.

Rete Radio
Nel territorio regionale sono operative circa 230 postazioni di avvistamento, ubicate in aree raggiungibili dal servizio radio regionale. Alle vedette, è affidato l'incarico della continua sorveglianza del territorio dominato, al fine di individuare immediatamente ogni segnale che faccia presupporre la presenza del fuoco e darne immediata notizia , via radio, alla struttura di coordinamento dell'Antincendio Boschivo.