Logo Regione Autonoma della Sardegna
FORESTE E PARCHI DELLA SARDEGNA
sardegnaforeste  ›  agenda  ›  notizie  ›  verso un modello di gestione della rete dei sentieri...
Verso un modello di gestione della Rete dei sentieri del Supramonte
la dolina carsica di Su Sercone, vista dall'aereo
Ultimo aggiornamento: 16/01/2019

il gruppo di lavoro composto dai tecnici di Forestas ha ormai completato il proprio compito: realizzati i sentieri del Supramonte, si stanno realizzando i pannelli informativi che saranno posizionati sul territorio e nei comuni interessati. Ma l'attività più interessante, perchè rappresenta il primo caso in Sardegna, è la presentazione ai Comuni di un Piano di Gestione coerente con le direttive approvate per il SIC nel 2016.
L’Agenzia Regionale Fo.Re.STAS sta portando a termine l'Accordo di Programma, delegato e finanziato nel 2012 dall'assessorato della difesa dell'Ambiente, che riguarda l'area SIC "Su Suercone" nei Comuni di Dorgali, Oliena, Orgosolo e Urzulei.

Dopo il completamento dei lavori sul campo, condotti con maestranze assunte nei quattro comuni, progettazione e direzione lavori a cura di Ente Foreste (ora Forestas), la fase conclusiva prevede:
- la predisposizione di cartelli informativi, nel formato standard 140x100 cm, da posizionare nei punti di accesso al Supramonte e nei centri abitati di Orgosolo, Oliena, Dorgali ed Urzulei;
- la predisposizione di un "Piano di Gestione" della Rete Escursionistica del Supramonte, coerente con il Piano di Gestione del SIC, vigente dal 2016 nella versione aggiornata.

Tutto il lavoro è stato condotto nel solco di quanto previsto dalla Delibera di Giunta Regionale n. 55/14 del 16.12.2009 (Accordo di Programma per la realizzazione del progetto di tutela e sviluppo coerente con il Piano di Gestione del SIC “Supramonte di Oliena, Orgosolo e Urzulei - Su Sercone” ITB022212 – Accordo di Programma stipulato tra i quattro Comuni di Dorgali, Oliena, Orgosolo, Urzulei ed Ente Foreste della Sardegna).

Galleria fotografica
Sentiero verso la valle di Oddoene Il Corrasi visto dalla valle di Lanaitto Cuile Sas TraesSentiero presso or murales, Silana, UrzuleiMonte Novo San Giovanni, visto da TalanaLavori di impermeabilizz con corteccia gineproCuile sas traes, lavori di completamento Pinnetto


La governance e la gestione della rete dei sentieri nell'area SIC
Nel nuovo scenario delineato dalla L.R. 16/2017 (Testo Unico sul Turismo, che tra le altre cose ha istituito la Rete Escursionistica della Sardegna, individuando l'Agenzia regionale Forestas per la sua gestione) e dalla Delibera di Giunta 48/36 del 2 ottobre 2018 - linee guida e normativa tecnica di riferimento per la progettazione, la realizzazione e la governance della R.E.S.) Forestas ha organizzato per questo mese quattro incontri "ristretti" con le amministrazioni comunali interessate (Oliena, Dorgali, Urzulei e Orgosolo) per presentare la bozza di Piano di Gestione e discuterne preliminarmente alcuni aspetti.
Nell'incontro già organizzato ad Oliena, alla presenza di tutto il gruppo di lavoro di Forestas, con l'amministrazione ospitante, alcuni portatori di interesse selezionati dalla stessa, e con gli amministratori di Dorgali, si sono esaminati i punti salienti dell'intervento e sono stati presentati i risultati dell'analisi della Dimensione Umana predisposta dallo stesso gruppo di lavoro - anche grazie alla collaborazione del Centro di Programmazione Regionale - attraverso interviste approfondite e questionari somministrati alla popolazione, agli amministratori, a numerosi portatori di interesse e "stakeholder".
Il prossimo incontro "ristretto" è previsto a Dorgali per venerdì 14 dicembre, mentre il 20 dicembre si terrà ad Urzulei il terzo incontro.

Incontri aperti alla popolazione ed ai portatori di interesse
Nel mese di gennaio 2019, a conclusione del lungo iter, si terranno gli incontri aperti alle comunità locali ed agli operatori.
Sarà l'occasione per presentare non solo tutti i lavori fatti con i circa 2 milioni di euro di finanziamento regionale, quindi anche la Rete dei sentieri (circa 100 km) nel Supramonte interno (realizzati a standard CAI come oramai previsto anche dalle Linee Guida regionali di recente approvazione), ma anche le linee programmatiche del Piano di gestione proposto da Forestas e dai quattro comuni: questo era infatti uno degli impegni presi con l'Assessorato regionale alla Difesa Ambiente dai beneficiari del finanziamento (Ente Foreste ed i 4 comuni del Supramonte) per assicurare una gestione della fruizione dell'area SIC conforme alle direttive contenute nel documento di gestione del SIC approvato nel 2016.


Consulta i documenti
Aggiornamento 2016 sull'avanzamento del progetto
La scheda descrittiva dell'intervento

Informazioni e segnalazioni
Per ogni informazione e richieste è possibile scriverci al seguente indirizzo:
Indirizzo emailcomunicazione.istituzionale@forestas.it