Prescrizioni antincendio

Prescrizioni regionali antincendi - Triennio 2017/2019

L'applicazione sarà immediata, a partire dalla pubblicazione sul Buras, e verrà subito avviata la campagna di informazione rivolta a tutti i cittadini e ai soggetti interessati. La Protezione civile la farà sia direttamente che attraverso le associazioni di volontariato e il Corpo forestale, presente con le stazioni in tutta l'Isola.

Quest'anno saranno coinvolte anche le associazioni di categoria agricole, l'Associazione regionale allevatori e l’Ordine dei dottori agronomi e forestali nonché le strutture turistico-ricettive, per favorire la conoscenza tra gli iscritti.

Le prescrizioni sono un documento composto di 31 articoli e cinque allegati, tra cui il prontuario delle sanzioni amministrative e le 26 zone di allerta in cui è stato suddivisa la regione.

La Giunta Regionale con Deliberazione 23/11 del 9 maggio 2017 ha approvato le prescrizioni regionali antincendi per l’anno 2017. Secondo il testo vigente, dal 1° giugno al 31 ottobre, su tutto il territorio regionale, vige lo “stato di elevato pericolo di incendio boschivo”.
Le norme di prevenzione, da attuarsi entro la data di inizio del periodo di elevato pericolo di incendio boschivo (ordinariamente entro il 1 giugno), si riferiscono ai proprietari ed ai conduttori di terreni appartenenti a qualunque categoria d’uso del suolo, ai proprietari e/o conduttori di fondi agricoli, ai proprietari e gestori di rifornitori e depositi di carburante, di legname, di sughero, di foraggio o di altri materiali infiammabili o combustibili, all’A.N.A.S e ai gestori di viabilità, alle Amministrazioni ferroviarie, alle Province, ai Consorzi Industriali e di Bonifica, ai proprietari e ai gestori di elettrodotti, ai proprietari, agli amministratori, ai gestori ed ai conduttori degli insediamenti turistico-ricettivi, di campeggi, di villaggi turistici ed alberghi, ristoranti, agriturismi, discoteche, locali di spettacolo e trattenimento.
Le Prescrizioni contengono, inoltre, una specifica disciplina relativa alle manifestazioni pirotecniche nel periodo di “elevato pericolo” le quali devono essere autorizzate dal Servizio Territoriale del CFVA competente per territorio, previa formale richiesta da inviare almeno 10 giorni prima dello spettacolo.
Anche per il 2017, sono state impartite indicazioni affinché l’Agenzia FoReSTAS, fatta salva la prioritaria attività di prevenzione entro i perimetri amministrati, contribuisca con le proprie maestranze alle attività di prevenzione di competenza del territorio demaniale regionale e dei Comuni con particolare riferimento al taglio, asportazione e smaltimento del fieno e delle sterpaglie presenti all’interno della fascia perimetrale dei 200 metri, individuata dai piani comunali di protezione civile per il rischio incendi di interfaccia e lungo la viabilità comunale a maggior rischio.
Nei comuni sprovvisti di piano comunale di protezione civile per il rischio incendi di interfaccia, l’intervento dell’Agenzia FoReSTAS è subordinato alla presentazione da parte dei comuni di un progetto finalizzato alla riduzione del rischio incendi soprattutto a tutela delle aree abitate.
Inoltre, i comuni in cui abbia sede un'Organizzazione di volontariato, regolarmente iscritta nell'Elenco regionale del volontariato di protezione civile istituito presso la Direzione generale della protezione civile ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 21/30 del 5.6.2013 ed operativa per la categoria AIB dello stesso Elenco per l'anno 2017, se provvisti di piano comunale di protezione civile per rischio d'incendio di interfaccia, possono utilizzare uomini e mezzi dell'Organizzazione per le attività di prevenzione di cui alle prescrizioni. In tal caso, il Comune provvederà al rimborso delle spese effettivamente sostenute dall'Organizzazione di volontariato, nel rispetto della normativa vigente in materia.
Le prescrizioni, inoltre, stabiliscono le sanzioni per i trasgressori. L'applicazione di tali norme è di particolare importanza ai fini della prevenzione degli incendi, anche per gli effetti deterrenti nei confronti di comportamenti delittuosi. Per le trasgressioni ai divieti si applicano le sanzioni previste dall’articolo 10 della Legge 353/2000 e dell’articolo 24 della Legge Regionale n. 8/2016.
Le Prescrizioni sono pubblicate sia sul sito istituzionale della Protezione civile Regionale che sul sito istituzionale del Corpo forestale e di vigilanza ambientale, inoltre per assicurare una maggiore pubblicità finalizzata a contrastare il fenomeno degli incendi e favorire le attività di prevenzione degli incendi e lo sviluppo di una coscienza ambientale finalizzata alla conservazione del bosco quale bene insostituibile per la qualità della vita, sono divulgate attraverso opuscoli, pieghevoli bilingue e locandine bilingue, presso tutti gli enti pubblici, comuni, scuole, porti, aeroporti e strutture turistiche e ricettive della Sardegna.
Analogamente dovrà essere avviata una capillare diffusione e divulgazione delle prescrizioni tramite posta elettronica alle Associazioni di categoria maggiormente coinvolte affinchè facciano da tramite verso i loro associati.

PRESCRIZIONI 2017

AGGIORNAMENTO 2016

PRESCRIZIONI 2015

PRESCRIZIONI 2014