Proterina

Pianificare e agire la Protezione civile

Due questionari e sette incontri territoriali per costruire una partecipazione consapevole

La Direzione Generale della Protezione civile è partner del progetto Proterina 3Évolution, finanziato dal Programma Interreg Marittimo - Italia Francia 2014-2020.
Il progetto si propone di migliorare la capacità di risposta delle Istituzioni e dei territori partners coinvolti nella prevenzione e gestione congiunta del rischio alluvioni, attraverso la realizzazione di attività di sensibilizzazione, pianificazione partecipata e interventi concreti a livello locale. Il progetto prevede il coinvolgimento attivo della popolazione e delle amministrazioni locali, attori centrali del processo di accrescimento della consapevolezza del rischio sul proprio territorio, per rafforzare la capacità di risposta delle comunità agli eventi alluvionali.
Nell’ambito del progetto, in collaborazione con ANCI Sardegna, sono stati organizzati sette incontri territoriali per “pianificare ed agire la Protezione civile”. Gli incontri, uno per ciascuna delle sette zone di allerta per il rischio idrogeologico in cui si articola il territorio della Sardegna, sono orientati sugli aspetti tecnici, normativi, gestionali e di comunicazione del rischio, e intendono costruire una base conoscitiva comune per i diversi attori del Sistema di Protezione Civile, ponendo l’accento sugli strumenti che consentono di attuare al meglio le azioni di prevenzione e previsione.
I primi incontri si sono svolti ad Assemini (24 aprile) e a Carbonia (29 aprile). I prossimi appuntamenti sono previsti a Arborea (8 maggio, Sala del Teatro dei Salesiani, Piazza Maria Ausiliatrice, 7, h. 9.00); Macomer (9 maggio); Ozieri (14 maggio); Lanusei (15 maggio) e Olbia (23 maggio).
Gli incontri sono aperti alla partecipazione di amministratori, tecnici, associazioni, insegnanti, cittadini e cittadine e rappresentano un’occasione di confronto e di segnalazione delle necessità conoscitive e operative dei territori. Sono strutturati nella modalità di laboratori nei quali saranno utilizzate metodologie finalizzate ad attivare processi partecipativi: obiettivo delle attività è infatti rafforzare la conoscenza dei ruoli, delle competenze operative e degli strumenti di prevenzione indispensabili per costruire una partecipazione consapevole e attiva, promuovendo l’adozione dei comportamenti necessari per affrontare e superare le piccole e grandi emergenze del nostro territorio.
Oltre che attraverso la partecipazione ai laboratori, è possibile contribuire ad orientare le attività del progetto Proterina3E compilando il questionario disponibile sulla piattaforma “Sardegna Partecipa” al link:
http://www.sardegnapartecipa.it/it/content/proterina-3-%C3%A9volution-sensibilizzazione-e-gestione-del-rischio-idrogeologico
Sono disponibili due questionari: uno rivolto agli amministratori/dipendenti comunali, uno indirizzato ai cittadini e alle cittadine. Finalità della ricerca è offrire una riflessione sulla capitalizzazione degli eventi passati, ma anche produrre un quadro generale che possa individuare atteggiamenti, percezioni rispetto al rischio idraulico e idrogeologico.
Data la valenza strategica delle attività proposte per orientare le future iniziative di informazione/comunicazione, la Direzione generale della Protezione civile richiede la partecipazione e la collaborazione di tutti i cittadini e cittadine alle attività proposte.
Per maggiori informazioni sul progetto e sulle prossime iniziative:
sito web: http://interreg-maritime.eu/web/proterina-3evolution
e-mail: proterina@regione.sardegna.it

Torna su