Parte la campagna IO NON RISCHIO 2019

"Io non rischio" non è uno slogan ma un proposito. Condividendo questo, decine di volontari comunicatori che nelle scorse settimane hanno svolto la formazione saranno in piazza anche in Sardegna sabato 12 e domenica 13 ottobre per la campagna nazionale giunta alla sua nona edizione con l'obiettivo di promuovere le buone pratiche di protezione civile e sensibilizzare in maniera capillare i cittadini sui rischi del territorio e i comportamenti da mantenere in caso di eventi calamitosi.

Quest’anno la campagna promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, Anpas, Ingv, ReLuis e Fondazione Cima segnerà anche ’apertura della Settimana della Protezione civile. Sette giorni di eventi ed iniziative a livello nazionale e locale in cui i cittadini italiani potranno entrare a contatto con le donne e gli uomini del Servizio nazionale della protezione civile.

I cittadini sardi potranno trovare i volontari in tutto il territorio regionale da Cagliari a La Maddalena.

Avranno la possibilità di conoscere i rischi del Comune in cui vivono o si trovano ed i buoni comportamenti da adottare prima durante e dopo eventuali situazioni di emergenza relativamente al Rischio Alluvione ed a Quartucciu anche al Rischio Terremoto/Maremoto.

La Regione Sardegna quest'anno ha contribuito in modo fattivo e diretto durante tutto il percorso organizzativo della campagna e nella formazione ha seguito direttamente la parte relativa al Sistema di allertamento considerando che la prevenzione sia una attività fondamentale da svolgere anche alla luce di quanto disposto dal Codice della Protezione civile.Sono venticinque le piazze dei comuni sardi che ospiteranno l'iniziativa, su questo link si possono reperire gli indirizzi e i nomi delle Organizzazioni presenti con oltre 250 volontari comunicatori: http://iononrischio.protezionecivile.it/io-non-rischio/dove-si-svolge/

“Io non rischio” dunque non è solo lo slogan della campagna ma è un proposito.La pacifica " battaglia" che ciascuno di noi è chiamato a condurre per la diffusione di una consapevolezza che può contribuire a farci stare più sicuri.

Torna su