Appuntamento con la comunicazione sul rischio incendi

Giovedì 24 ottobre, nell'ambito del progetto strategico MED-Star - Strategie e misure per la mitigazione del rischio di incendio nell’area Mediterranea, finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliero “Italia - Francia Marittimo” 2014 - 2020”, la Direzione Generale della protezione civile della Regione Sardegna organizza l’evento “Innescare la comunicazione”, un incontro al Parco di Porto Conte sul tema della comunicazione sugli incendi e su quanto sia fondamentale che questa sia verificata, immediata e coordinata.

All’incontro parteciperanno, oltre ai partner del progetto MED-Star, istituzioni, giornalisti, rappresentanti delle associazioni di volontariato di protezione civile, attori del sistema regionale antincendio e ricercatori, ai quali sarà richiesto di confrontarsi sul tema della comunicazione istituzionale sugli incendi (pre, durante e dopo un evento). L’obiettivo è stabilire un nuovo patto per la comunicazione tra le diverse realtà che possa produrre, in prospettiva, modelli condivisi di linee guida per la gestione dei social media, la diffusione di comunicati stampa e i dati sugli incendi, e le interazioni con i media, aumentando la consapevolezza del rischio incendi nella popolazione e costruendo quindi comunità più resilienti.

La partecipazione è gratuita ma il numero dei posti è limitato. E’ necessario segnalare il proprio interesse a partecipare alla mail medstar@regione.sardegna.it.

L’evento è realizzato con il patrocinio del Parco di Porto Conte e dell’A.M.P. Capo Caccia-Isola Piana.

Con un budget complessivo di circa 6 milioni di euro, e una durata di 36 mesi, il progetto MED-Star – Strategie e misure di mitigazione del rischio di incendio nell’area Mediterranea, è diretto a migliorare la capacità di prevenzione e gestione del crescente rischio di incendio derivante anche dai cambiamenti climatici, in particolare in aree a elevata presenza antropica (aree di interfaccia urbano rurale, aree costiere ad alta densità turistica) e in aree di rilevante interesse naturalistico.
L'area di azione del progetto comprende le cinque regioni del Programma Marittimo, ovvero Sardegna, Toscana e Liguria, per l'Italia, e Corsica e Regione Provenza- Alpi-Costa Azzurra in Francia.

Le azioni saranno rivolte verso:

• la tutela e la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale minacciato dagli incendi boschivi;
• la riduzione della pericolosità e della vulnerabilità delle aree naturali e di interfaccia urbano rurale;
• il miglioramento di interventi di previsione, prevenzione e lotta agli incendi boschivi e di protezione civile strettamente connessi;
• la sensibilizzazione, informazione e coinvolgimento della popolazione e degli stakeholders;
• la formazione e lo scambio di esperienze degli operatori interessati alla previsione, prevenzione e lotta attiva.

L’approccio transfrontaliero consentirà di promuovere l’integrazione dei sistemi pubblici congiunti di gestione del rischio per una più efficace cooperazione tra le amministrazioni competenti in materia di rischio incendi.

I partner di progetto sono:

• Regione Autonoma della Sardegna
• Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Biometeorologia
• Università di Sassari
• Regione Toscana
• Consorzio LaMMA
• Conseil Départemental des Alpes Maritimes
• Regione Liguria
• Anci Liguria
• Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale - Fondazione CIMA
• Collectivité de Corse
• Université de Corse Pascal Paoli
• Office National des Forets
• Università degli Studi di Firenze
• Région Provence-Alpes-Côte d'Azur
• Institut national de recherche en sciences et technologies pour l’environnement et l’agriculture
• Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici.

Allegato Locandina incontro giovedì 24 ottobre

Per maggiori informazioni sul Programma Interreg Italia Francia Marittimo:
http://interreg-maritime.eu

Torna su