DGPC_AntonioPasqualeBelloi

Buone pratiche, disabilità e pandemia

Lo scorso 8 febbraio, il Direttore Generale della Protezione Civile Sardegna Antonio Pasquale Belloi è stato intervistato dalla redazione di “Abili a proteggere” che collabora con il Dipartimento, sul tema dell'inclusione delle persone portatrici di disabilità durante la pandemia.

Il Direttore Generale ha spiegato che, fin dai primi momenti dell'emergenza Covid19, è stato creato il “nucleo URP emergenze” con l’intento di fornire informazioni alla popolazione in generale e quella vulnerabile in particolare. Anche i Comuni della Sardegna si sono attivati per garantire assistenza, studiando modalità personalizzate di comunicazione rivolte ai soggetti fragili. I volontari hanno svolto un ruolo fondamentale, in particolare per quanto riguarda l'informazione rivolta alla popolazione, la consegna di generi alimentari a domicilio, medicinali e dispositivi di protezione individuale. L'Agenzia Forestas della RAS ha contribuito, invece, ad assicurare l'assistenza alla popolazione in isolamento fiduciario e quarantena.
Durante il lock down è stato garantito lo spostamento per motivi urgenti alle persone con disturbi comportamentali o con disagio psichico, mentre in occasione della campagna vaccinale sono stati creati percorsi ad hoc per i soggetti fragili, che hanno potuto effettuare la vaccinazione presso le strutture ospedaliere.

Intervista Ing. Antonio Pasquale Belloi

Torna su