Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA DELLA PROTEZIONE CIVILE REGIONALE

Pianificazione

pianificazione
In questa sezione viene presentato l'insieme dei dati che è opportuno raccogliere al fine di completare un inquadramento generale del territorio comunale e che andrà a costituire la base della pianificazione. La sezione è divisa in tre sotto-sezioni: inquadramento generale, cartografia di base e strumenti di pianificazione. Nella prima, oltre a dati assai generali quali, ad esempio, il nome dell'Autorità di bacino competente, la presenza di una Comunità Montana e la cartografia Igm e Ctr di riferimento, si richiede l'individuazione della classe altimetrica e morfologica.

Tali informazioni sono necessarie per contestualizzare il tipo di territorio nel quale si va ad intervenire. In questa fase risulta anche indispensabile reperire dati riguardanti l'idrografia e l'eventuale presenza di dighe e/o invasi, informazioni che, se necessario, verranno approfondite ed ampliate nella parte di analisi dei rischi idrogeologico ed idraulico. Infine, si richiede di completare l'individuazione delle principali vie di comunicazione e degli edifici di interesse pubblico su tutto il territorio comunale, poiché questa è indispensabile sia per la ricostruzione dello scenario, per ciò che concerne l'individuazione degli esposti, sia per la definizione del modello di intervento, per quanto riguarda l'individuazione delle vie di fuga o delle aree di emergenza.

Nella seconda sotto-sezione viene presentata la lista della cartografia necessaria per sviluppare il piano di emergenza in oggetto, sia per il rischio di incendi di interfaccia, sia per quello idrogeologico e idraulico. Nell'ultima sotto-sezione, di fondamentale importanza, sono elencati tutti gli strumenti di pianificazione ai diversi livelli territoriali (regionale, provinciale e comunale) da reperire e a cui far riferimento nella stesura del piano di emergenza. Le informazioni richieste, laddove non a disposizione del comune, dovranno essere fornite dalle diverse Amministrazioni competenti, in particolare Provincia, Regione ed Autorità di bacino.

Documenti correlati:
Manuale Operativo OPCM 3624_ 22.10.2007
modello d'intervento[file.pdf]