Logo Regione Autonoma della Sardegna
IL SISTEMA AMBIENTALE DELLA SARDEGNA

RADIAZIONI IONIZZANTI

Domanda
Quali sono le norme di riferimento dello Stato Italiano sullo smaltimento e stoccaggio delle scorie radioattive?
Risposta
È possibile trovare una raccolta di riferimenti normativi nella Guida Tecnica ISPRA n. 29:
- Criteri per la localizzazione di un impianto di smaltimento superficiale di rifiuti radioattivi a bassa e media attività - 2014 [file.pdf]
(aggiornati al 2015) che comunque si riportano di seguito:

RIFERIMENTI NORMATIVI - STOCCAGGIO RIFIUTI RADIOATTIVI
1. Legge 31 dicembre 1962, n. 1860 e successive modifiche - “Impiego pacifico dell’energia nucleare”.
2. Decreto Legislativo 17 marzo 1995, n. 230 e successive modifiche - “Attuazione delle direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 2006/117/Euratom in materia di radiazioni ionizzanti, 2009/71/Euratom in materia di sicurezza nucleare degli impianti nucleari e 2011/70/Euratom in materia di gestione sicura del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi derivanti da attività civili”.
3. Decreto Legislativo 15 febbraio 2010, n. 31 e successive modifiche - “Disciplina dei sistemi di stoccaggio del combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi, nonché benefici economici, a norma dell'articolo 25 della legge 23 luglio 2009, n. 99”.
4. Decreto Legislativo 4 marzo 2014, n. 45 – “Attuazione della direttiva 2011/70/EURATOM, che istituisce un quadro comunitario per la gestione responsabile e sicura del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi”.
5. Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modifiche (c.d. “Codice dell’ambiente”) - "Norme in materia ambientale".
6. Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 - "Codice dei beni culturali e del paesaggio ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137".
7. Legge 16 novembre 2005, n. 282 - “Ratifica ed esecuzione della Convenzione congiunta in materia di sicurezza nella gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi, fatta a Vienna il 5 settembre 1997”.
8. Legge 5 agosto 1981, n. 503 - “Ratifica ed esecuzione della convenzione relativa alla conservazione della vita selvatica e dell'ambiente naturale in Europa, con allegati, adottata a Berna il 19 settembre 1979”.
9. Legge 25 gennaio 1983, n. 42 - “Ratifica ed esecuzione della convenzione sulla conservazione delle specie migratorie appartenenti alla fauna selvatica, con allegati, adottata a Bonn il 23 giugno 1979”.
10. Legge 6 dicembre 1991, n. 394 - “Legge quadro sulle aree protette”.
11. Legge 11 febbraio 1992, n. 157 – “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio” (attuazione della direttiva 79/409/CEE modificata dalla direttiva 2009/147/CEE).
12. Legge 14 febbraio 1994, n. 124 - “Ratifica ed esecuzione della convenzione sulla biodiversità'”, con annessi, fatta a Rio de Janeiro il 5 giugno 1992.
13. Legge 9 dicembre 1998, n. 426 – “Nuovi interventi in campo ambientale”.
14. Decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357 - “Regolamento recante attuazione della direttiva 92/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna selvatiche”.11
15. Decreto del Presidente della Repubblica 13 marzo 1976, n. 488 e successivo Decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 1987 n. 184 – “Ratifica della Convenzione di Ramsar sulle zone umide del 2 febbraio 1971”.
16. Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e successive modifiche - “Nuovo codice della Strada”.
17. Decreto Legislativo 11 giugno 1998, n. 180 e sua conversione nella Legge 3 agosto 1998, n. 267 - "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 11 giugno 1998, n. 180, recante misure urgenti per la prevenzione del rischio idrogeologico ed a favore delle zone colpite da disastri franosi nella regione Campania".
18. Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 258 – “Disposizioni correttive e integrative del decreto legislativo 11 maggio 1999, n. 152, in materia di tutela delle acque dall'inquinamento, a norma dell'articolo l, comma 4, della legge 24 aprile 1998, n. 128”.
19. Decreto Legge 12 ottobre 2000, n. 279 e sua conversione nella legge 11 dicembre 2000, n. 365 - "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 12 ottobre 2000, n. 279, recante interventi urgenti per le aree a rischio idrogeologico molto elevato ed in materia di protezione civile, nonché a favore delle zone della regione Calabria danneggiate dalle calamità idrogeologiche di settembre ed ottobre 2000".
20. Decreto Legislativo 13 gennaio 2003, n. 36 - "Attuazione della direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti".
21. Decreto Legislativo 6 dicembre 2011, n. 201 come modificato dalla legge di conversione 22 dicembre 2011, n. 214 - “Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici”.
22. Decreto Ministeriale del Ministero delle Infrastrutture – 14 gennaio 2008 - “Approvazione delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni”.
23. Circolare del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 2 febbraio 2009 n. 617 contenente le istruzioni per l’applicazione delle “Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni” di cui al D.M. 14 gennaio 2008.
24. ENEA DISP Guida Tecnica n. 26 – “Gestione dei rifiuti radioattivi -1987”.
25. Risoluzione del Gruppo di Lavoro “Destinazione dei Rifiuti Radioattivi” istituito dal Dipartimento della Protezione Civile - 1999.
26. “Indirizzi Strategici per la gestione degli esiti del Nucleare” – Ministero dell’industria, del Commercio e dell’Artigianato – 14 dicembre 1999.
27. Rapporto Finale del Gruppo di Lavoro sulle condizioni per la Gestione in Sicurezza dei Rifiuti Radioattivi (Accordo Stato-Regioni del 4 novembre 1999) – 25 maggio 2001.
28. Rapporto Finale del Gruppo di Lavoro ex DM 25 Febbraio 2008 del Ministro dello Sviluppo Economico “Individuazione di procedure e metodologia per la scelta di un sito nazionale per la localizzazione del deposito dei materiali radioattivi e di strutture di ricerca tecnologica di alto livello”.
29. IAEA Safety Standards Series - “Classification of Radioactive Waste” General Safety Guide GSG-1, 2009.
30. IAEA Safety Standard - “Disposal of Radioactive Waste” Specific Safety Requirements SSR-5, 2011.
31. IAEA Safety Standard - “Near Surface Disposal Facilities for Radioactive Waste” Specific Safety Guide SSG-29, 2014.
32. IAEA – International Review of the ISPRA Technical Guide No. 29 on “Siting Criteria of a Near Surface Disposal Facility for Low Level Radioactive Waste” – September 2013.
33. IAEA - “Considerations in the development of Near Surface Repositories for Radioactive Waste” - Technical Report Series n. 417, 2003.
34. Dm Ambiente 7 agosto 2015 "Classificazione dei rifiuti radioattivi ai sensi dell'articolo 5 del Dlgs 4 marzo 2014, n. 45"