Logo Regione Autonoma della Sardegna
IL SISTEMA AMBIENTALE DELLA SARDEGNA

Struttura della rete di monitoraggio

centralina rete aria
Nelle more dell'istituzione dell'Agenzia la rete è stata gestita dalle amministrazioni provinciali di Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano. Il trasferimento della rete all'Arpas è avvenuto nel corso del 2008. Dal 18 febbraio 2008 è stata trasferita dalla Provincia di Cagliari all'Arpas la gestione della rete di monitoraggio atmosferico per le Province di Cagliari, Carbonia-Iglesias e Medio Campidano, dal 4 aprile 2008 è stata trasferita la gestione della rete della Provincia di Oristano, dal 16 agosto 2008 quella della Provincia di Nuoro e, infine, dal 6 novembre 2008 quella della Provincia di Sassari.

La rete è costituita da 43 centraline automatiche di misura dislocate nel territorio regionale e ubicate nei territori comunali di seguito indicati:
- Provincia di Cagliari n. 10 centraline: Assemini (3, di cui 2 a Macchiareddu), Cagliari (1), Monserrato (1), Quartu Sant'Elena (1), Sarroch (3), Seulo (1);
- Provincia di Carbonia-Iglesias n. 8 centraline: Carbonia (1), Gonnesa (1), Iglesias (1), Portoscuso (4), Sant'Antioco (1);
- Provincia del Medio Campidano n. 3 centraline: Nuraminis (1), San Gavino (1), Villasor (1);
- Provincia di Nuoro n. 5 centraline: Macomer (1), Nuoro (2), Ottana (1), Siniscola (1);
- Provincia dell'Ogliastra n. 1 centralina: Tortolì - Arbatax (1);
- Provincia di Olbia-Tempio n. 2 centraline: Olbia (2);
- Provincia di Oristano n. 3 centraline: Oristano (2), Santa Giusta (1);
- Provincia di Sassari n. 11 centraline: Alghero (1), Porto Torres (4), Sassari (6).

La rete delle centraline si completa con un centro operativo (C.o.t.) di acquisizione ed elaborazione dati ubicato presso la direzione tecnico-scientifica dell'Arpas. I dati vengono trasferiti in tempo reale al sistema informativo regionale ambientale (S.i.r.a.).