Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA DELLA PROTEZIONE CIVILE REGIONALE

Comunicare in emergenza: esercitazione di Protezione civile Sardegna e partner Europei del progetto Artion

Partner progetto Artion
Si svolgerà il prossimo 28 giugno l’esercitazione finalizzata a testare alcuni applicativi di supporto alla gestione di operazioni di emergenza di protezione civile.
L’esercitazione si inserisce all’interno di Artion, progetto europeo nato su iniziativa del Centro di Ricerca KIOS Research and Innovation Center of Excellence di Cipro, del quale la Direzione generale della Protezione civile è partner. Obiettivo di Artion è quello di favorire lo scambio di informazioni tra le diverse istituzioni del meccanismo di protezione civile, ma anche una condivisione della conoscenza nel campo della ricerca e dell’innovazione, improntate allo sviluppo di tecnologie di intelligenza artificiale da utilizzare nella gestione delle calamità.
L’attività si svolgerà nel sito minerario di Seruci, nel Comune di Gonnesa, e prevede la simulazione della ricerca di un disperso.
In particolare, durante l’esercitazione, verrà testata l’applicazione low cost messa a punto dalla cipriota KIOS CoE, che consente la comunicazione tra un centro di coordinamento in loco, le squadre attive sul campo e la sala SORI. Durante l’esercitazione si testeranno anche le comunicazioni tramite la rete radio della Protezione Civile, comprese le funzioni di localizzazione di posizione e messaggistica.
Per coordinare le operazioni verrà utilizzato l’Ufficio mobile, dove sarà presente il personale della Direzione Generale e alcuni operatori radio.
In campo saranno organizzate 4 squadre, composte da 2 operatori ciascuna, dotate di una radio portatile e di un telefono munito dell’applicazione Android/IOS sviluppata da KIOS CoE. Quest’ultima sarà utilizzata per inviare messaggi, disposizioni dal Centro di coordinamento/Ufficio mobile, foto dallo scenario, posizione, mentre la radio sarà utilizzata principalmente per inviare, comunicazioni e posizione della squadra. All’esercitazione parteciperà anche una squadra di operatori della sala Radio della Direzione Generale della Protezione Civile e un’Organizzazione di Volontariato abilitata all’utilizzo di droni.