Logo Regione Autonoma della Sardegna
IL SISTEMA AMBIENTALE DELLA SARDEGNA

Catasto comunale incendi

Sughere
L'obbligo di censire le aree percorse da incendio è previsto dalla legge numero 353 del 2000, ma sino ad oggi pochi comuni hanno provveduto.
L'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3624 del 22 ottobre 2007 ribadisce l'obbligatorietà di questo adempimento prevedendo un termine perentorio entro il quale i comuni, anche avvalendosi dei rilievi effettuati dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale, devono censire i soprassuoli già percorsi dal fuoco nell'ultimo quinquennio.

I rilievi dei soprasuoli sono già disponibili in due modalità:

- per tutte le amministrazioni comunali e tutti i cittadini su Sardegna2D , per il momento solo l’anno 2008.
- per i soli comuni nel Sistema Informativo della Montagna (SIM).

Il navigatore Sardegna 2D è a disposizione di tutti i cittadini e può essere visionato e interrogato da chiunque abbia interesse a conoscere le diverse trasformazioni che ha subito il patrimonio boschivo della regione sarda.

In particolare gli utilizzatori del territorio, agricoltori, cacciatori e altri possono prendere visione delle aree bruciate che sono soggette ai vincoli previsti dall’articolo 10 della legge 353/2000 relativi a:

- zone boscate ed i pascoli i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco non possono avere una destinazione diversa da quella preesistente all'incendio per almeno quindici anni.
- atti di compravendita di aree e immobili situati nelle predette zone, deve essere espressamente richiamato il vincolo di cui al primo periodo, pena la nullità dell'atto.

Nei comuni sprovvisti di piano regolatore è vietata per dieci anni ogni edificazione su area boscata percorsa dal fuoco.
Sono altresì vietati per dieci anni, limitatamente ai soprassuoli delle zone boscate percorsi dal fuoco, il pascolo e la caccia.

I comuni possono inoltrare l'istanza di accesso all'area riservata del SIM, richiedendo l'abilitazione secondo le modalità indicate nell'allegato 2 del decreto n. 1 del commissario delegato per l'emergenza incendi. Dopo la registrazione e l'abilitazione di accesso, i comuni potranno visualizzare e stampare gli elenchi e le superfici dei soprassuoli percorsi dal fuoco (fogli e mappali interessati).

Il catasto delle superfici percorse dal fuoco deve essere istituito con deliberazione anche se nel comune non si sono verificati incendi. Nella delibera deve essere indicato l'ufficio e la persona responsabile del procedimento a cui viene demandata l'adozione di tutti gli atti e gli adempimenti necessari per l'attuazione della delibera.

I comuni che non hanno ancora provveduto, possono adottare una delibera di istituzione del catasto, che individui almeno l'Ufficio e la persona responsabile. Successivamente con una nuova deliberazione, il catasto potrà essere aggiornato secondo l'iter stabilito per la pubblicazione e approvazione degli elenchi.

Per eventuali informazioni aggiuntive i comuni possono rivolgersi al Servizio Protezione Civile e Antincendio e ai Servizi territoriali del Corpo forestale e di vigilanza ambientale.

Link correlati:

Visita il sito di Sardegna2D
Articolo di Sardegnaprotezionecivile per Sardegna 2D
Visita il sito del Sistema informativo della montagna