Logo Regione Autonoma della Sardegna
IL SISTEMA AMBIENTALE DELLA SARDEGNA

Attività

Attività
Vigilanza marittima
Una struttura idonea alla difesa dell'intero patrimonio ambientale dell'Isola, emerso e sommerso, che accoglie una nozione ampia ed attuale del concetto di "ambiente". La presenza a mare del Corpo forestale sardo è unica in tutto il panorama nazionale, ma da un'attenta analisi dei provvedimenti che regolano l'organizzazione del Corpo, risulta evidente che si è voluto creare una struttura idonea alla difesa dell'intero patrimonio ambientale dell'Isola, emerso e sommerso, accogliendo, in tal modo, una nozione ampia ed attuale del concetto di "ambiente".
Vigilanza terrestre
Originariamente collegata alla tutela dei terreni vincolati, boscati e non, l'attività di vigilanza terrestre curata dal Corpo forestale di vigilanza ambientale (Cfva) negli ultimi anni si è estesa, in virtù di normative successive, fino a comprendere tutte le aree boscate e quelle assoggettate a vincolo idrogeologico, le fasce di rispetto dei corsi d'acqua, le coste, i parchi nazionali e regionali e tutte le aree di rilevanza ambientale.
Difesa dagli incendi
Al Corpo Forestale sono attribuiti, dalle norme regionali e statali, compiti di vigilanza, prevenzione e repressione nella materia degli incendi nei boschi e, secondo i programmi annuali di intervento, nelle campagne.
Progetti nazionali e internazionali
Negli ultimi anni il Corpo forestale ha partecipato a progetti nazionali e internazionali, arricchendo le competenze ed esportando la qualità degli interventi e delle tecniche utilizzati nell'Isola.
Alberi Monumentali
Il censimento è realizzato, in tutte le regioni italiane, in base ai criteri che, per la prima volta, stabiliscono una definizione giuridica di albero monumentale applicata in tutto il territorio nazionale.
In Sardegna, la Giunta regionale ha incaricato il Corpo forestale e di vigilanza ambientale e l'Agenzia FORESTAS (per i territori di competenza), di coordinare e supportare i Comuni, nonchè di elaborare l’elenco regionale degli alberi monumentali verificando, attraverso un’istruttoria tecnica, che gli esemplari individuati possiedano i requisiti per essere iscritti nell’elenco.
L’elenco regionale degli alberi monumentali sarà trasmesso annualmente, entro il 31 dicembre, per l’inserimento nell’elenco nazionale.

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il Settore tecnico della Direzione generale del CFVA ai numeri 070 6064470, 070 6066607, 070 6062676.
Commercializzazione dei materiali forestali di moltiplicazione
Le nuove norme sulla commercializzazione dei materiali forestali di moltiplicazione che fanno capo al Corpo forestale e di vigilanza ambientale e interessano anche l’Assessorato dell’agricoltura e riforma agro-pastorale, descrivono, secondo quanto stabilito dal Decreto legislativo 386/2003 e dalla Determinazione della Direzione generale dell’Ambiente (n.154 del 18.03.2016) un nuovo percorso che riguarda l’amministrazione Regionale e i soggetti privati

Questo nuovo percorso coinvolge:

- il Corpo forestale e di vigilanza ambientale per il rilascio delle procedure autorizzative di verifica dei materiali di base ai fini dell’ammissione, il controllo degli stessi e la verifica del mantenimento nel tempo dei requisiti di ammissione;

- l’Assessorato dell’agricoltura e riforma agro-pastorale per la richiesta di iscrizione al Registro ufficiale dei fornitori;

- i privati per la tenuta del registro di carico e scarico dei vegetali forestali e l’etichettatura dei materiali.