Logo Regione Autonoma della Sardegna
FORESTE E PARCHI DELLA SARDEGNA
sardegnaforeste  ›  foreste e parchi  ›  sentieri  ›  tacchi d'ogliastra
Tacchi d'Ogliastra
 
info
Gairo, Perda Liana
I Tacchi d'Ogliastra occupano una porzione importante del territorio ogliastrino. Sono monti calcareo-dolomitici il cui nome deriva dalla tipica conformazione simile ad un tacco di scarpa. Tra questi il Perda Liana (Gairo) è il più famoso rappresentante. Si ricordano inoltre il Tacco di Monte Tisiddu, il Tacco Arba di Ussassai, il Monte Lumburau, il Monte Arquerì, il Taccu Anguil'e Ferru e Punta Corongiu di Jerzu. Altri siti di notevole bellezza sono rappresentati dal passo di San Giorgio, vicino a Osini, e dalle grotte di Su Marmuri (Ulassai). La geomorfologia di questo territorio è caratterizzata da vasti affioramenti di rocce paleozoiche, rappresentate da scisti del Siluriano, che costituiscono il basamento cristallino sul quale poggiano le formazioni calcaree del mesozoico. Sui Tacchi si possono visitare luoghi selvaggi ed habitat unici in Sardegna. Spettacolare è la varietà di specie animali e vegetali di particolare pregio naturalistico, con una presenza di specie endemiche di tutto rilievo. Nell’area dei Tacchi insistono numerosi ed interessanti insediamenti nuragici, tra cui si ricordano quello di Serbissi, Sanu, Urceni, Mela, Is Cocorronis, Pranu e Su Samuccu. L’area dei Tacchi preserva le antiche attività agropastorali come l'allevamento, la viticoltura (Cannonau di Jerzu) e l'artigianato.

I sentieri
Sentiero dei Nuraghi C-521
Il sentiero dei Nuraghi è connesso a Nord con il Sentiero T-102 e a Sud con il Sentiero C-505. Il percorso attraversa luoghi di interesse naturalistico, archeologico e antropologico. La caratteristica di questo sentiero è la presenza di vari punti panoramici, diversi nuraghi e paesaggi esclusivi.
Sentiero Sa Tappara C-503
Il sentiero nel tratto iniziale, circa 800 mt, ha il tracciato in comune con il sentiero "Maria Lai". Il percorso si può dividere in due tratte: la prima (circa 1,7 Km) quasi interamente su sentiero e la seconda che chiude ad anello fino al punto di partenza (circa 0,6 Km) su strada asfaltata.
Genna Filixi - Anello Perda Liana T-101
L'anello di Perda Liana può essere considerato uno dei percorsi più coinvolgenti per la suggestiva presenza dell'imponente torre calcarea. Esso rappresenta un punto di snodo molto importante nel complesso intrico dei sentieri.
Gairo Taquisara - Is Tostoinus - Perdu Isu T-102
Il sentiero ha inizio nel piccolo centro montano di Gairo Taquisara, vicino al fiume Taquisara. Il tracciato si diparte nel versante alla destra orografica verso la valle di Cabu de abba. Il percorso, prevalentemente panoramico sulla valle del Rio Taquisara, attraversa un giovane rimboschimento di pini.
Sentiero delle aquile - Nuraghe Serbissi C-521A
Il sentiero, che passa attraverso luoghi di notevole interesse paesaggistico, inizia nei pressi del piccolo centro di Gairo Taquisara. Il tratto iniziale del tragitto, sul versante alla sinistra orografica del rio Taquisara, è coperto da una pineta.
Donna Pruna - Su Tuvu Nieddu T-114A
Il Torrente di Donna Pruna parte dall’omonima località in comune di Gairo Sant'Elena per inoltrarsi nel territorio di Ussassai attraverso una valle stretta tra i suggestivi rilievi calcarei di Serra e Lioni e Pizzu 'e Trulu.
Montarbu - Anello di Perda Liana T-113
Dal Centro Servizi della Foresta di Montarbu (dove è possibile il pernottamento) comincia la salita verso la più alta vetta del compendio demaniale Pizzu Margiani Pubusa (punta volpe upupa) che dai suoi 1324 m offre uno spettacolare panorama.
Montarbu - Niala (Donna Pruna) T-114
Il Percorso parte dal Centro Servizi della Foresta Demaniale di Montarbu dove è possibile il pernottamento presso la foresteria e il campeggio montano in fase di realizzazione.
Sentiero Su Marmuri C-505
Il sentiero Su Marmuri si raccorda a Est con il Sentiero C-503 Sa Tappara e a Nord con il sentieroC-521 dei Nuraghi. E’ un percorso ad anello con brevi diramazioni che portano a visitare emergenze di particolare pregio.
Sentiero Maria Lai C-504
Il sentiero dedicato all’artista Maria Lai si può dividere in due tratte: la prima, circa 2 Km, quasi interamente su sterrato, che porta alle opere di Maria Lai ed alle Grotte di Su Marmuri e la seconda, che chiude ad anello fino al punto di partenza (circa 1 Km), su strada asfaltata.
Sentiero Tisiddu C-502
In un contesto di selvaggio splendore un posto di primo piano spetta al suggestivo ed incantevole tacco di "Tisiddu" che si affaccia austero sul centro abitato di Ulassai, riflettendo sulle case la grandiosità delle sue vertiginose pareti che raggiungono quasi i cento metri di altezza.
Collegamento T-112 - T-113 T-112A
Sentiero di raccordo tra i sentieri T-112 e T-113
Sa Brecca, raccordo dei sentieri (C-505 - C-521) C-505A
Il percorso C-505A è un punto di intersezione tra il sentiero Su Marmuri C-505 e il sentiero dei Nuraghi C-521.
Variante del sentiero T-101 - Genna Filigi - Anello Perda Liana  T-101A
Il percorso T-101A è una variante del sentiero Genna Filigi - Anello Perda Liana T-101. L'anello di Perda Liana può essere considerato uno dei percorsi più coinvolgenti per la suggestiva presenza dell'imponente torre calcarea. Esso rappresenta un punto di snodo molto importante nella rete di sentieri.
Raccordo dei sentieri (T-114 - T-102) T-102A
Il percorso T-102A è un punto di intersezione tra il sentiero Montarbu - Niala (Donna Pruna) T-114 e il sentiero Montarbu - Niala (Donna Pruna) T-114.